Apertura
Pacchetto
Area
Download
Richieste
e Moduli
Info
Invest
Go Banking
Data articolo: 01-01-2012

VINCENZO VELA - La scultura per esprimere il valore della libertà


VINCENZO VELA - La scultura per esprimere il valore della libertà

L’inserto culturale della Relazione d’Esercizio è dedicato a Vincenzo Vela, esponente di spicco della scena artistica e del rinnovamento del linguaggio figurativo della scultura in senso realista nella seconda metà dell’Ottocento. Fu uomo del suo tempo a tutto tondo, partecipe in prima persona della temperie politica e culturale di quegli anni.

Sempre orgogliosamente schierato in difesa degli ideali di libertà e di giustizia sociale sia nella vita professionale che privata, fu anche risolutamente pronto a scontare il prezzo delle sue opinioni contro avversari e detrattori, guadagnandosi nel contempo l’amicizia e la stima di numerosi protagonisti del Risorgimento italiano, oltre che l’approvazione incondizionata di una vasta platea di ammiratori.

Nato il 3 maggio 1820 nel borgo ticinese di Ligornetto, poco distante da Mendrisio, Vincenzo era l’ultimo dei sei figli nati dal matrimonio di Giuseppe Vela con Teresa Casanova: una famiglia di umili condizioni, dedita alla coltivazione di terreni ingenerosi i cui modesti frutti venivano integrati dall’esercizio di un’osteria e dal lavoro dei figli, tutti avviati prestissimo a guadagnarsi da vivere.

Lo stesso Vincenzo intorno ai dodici anni cominciò a lavorare come scalpellino nelle vicine cave di Besazio, dalle quali si estrae un granito rossastro utilizzato prevalentemente per la realizzazione di elementi architettonici e d’ornato. Lì apprese i primi rudimenti del mestiere, per passare poi alle dipendenze di Saverio Franzi nella poco distante Viggiù, patria di un altro eminente scultore suo coetaneo, Giosuè Argenti (1819-1901).




Sezione media
Esplora le altre sezioni del media center BPS (SUISSE).

Domande sui nostri servizi o prodotti?

Il nostro Call Center è raggiungibile dal lunedì al venerdì nella fascia oraria 8:00 - 17:30 al numero gratuito 00800 800 767 76.

In alternativa potete utilizzare il modulo di richiesta contatto.


Cookie Policy

Per offrirvi una migliore esperienza di navigazione, questo sito utilizza cookies tecnici a fini statistici e di marketing.

Continuando la navigazione acconsentite all’utilizzo dei cookies.

Per saperne di più consultate la nostra Cookie Policy oppure cliccate qui per chiudere.